Come Eliminare gli Insetti Bianchi dalle Piante?

In questo articolo vedremo come poter eliminare gli insetti bianchi dalle piante, ovvero la cosiddetta mosca bianca.
In commercio esistono diversi prodotti in grado di svolgere questo lavoro e parleremo sia dei rimedi naturali sia degli insetticidi classici.

La mosca bianca: il parassita delle piante

Come probabilmente avrete avuto modo di vedere sulle vostre piante, la mosca bianca è un parassita piuttosto dannoso che si posiziona sotto le foglie nutrendosi della loro linfa.

Questi tipi di insetti sono piuttosto riconoscibili, sono simili a delle piccole farfalline dalle ali di colore bianco e dal corpo color crema. Generalmente si posizionano nella parte inferiore delle foglie e non vanno confusi con gli afidi che sono invece degli insetti piccoli verdi, che si possono trovare sempre sotto le foglie.

La mosca bianca, con il tempo, inizia ad indebolire le foglie che potrebbero apparire ingiallite, fino a farle cadere. Nel caso in cui l’infestazione non venga curata nel modo corretto e diventi estesa, questi piccoli insetti bianchi potrebbero anche portare l’intera pianta alla morte.

Come eliminare la mosca bianca dalle piante con rimedi naturali?

Come possono quindi essere eliminati questi piccoli e fastidiosi insetti bianchi dalle piante? La prima opzione potrebbe essere quella di piazzare delle trappole adesive.
Per le mosche bianche, in particolare, funzionano molto bene quelle di colore giallo da cui vengono attirate e rimangono poi appiccicate.

Le potete trovare su Amazon sia nella versione a foglio, per le piante di grandi dimensioni o per gli alberi, oppure nella versione più piccola per le piante che abbiamo in casa.

Un’altra alternativa, sempre naturale, è l’olio di neem che è semplicemente un olio vegetale che ha delle ottime caratteristiche che lo rendono un repellente per gli insetti.

Per l’applicazione sulle piante l’olio di neem va diluito in acqua, secondo le istruzioni riportate sul flacone del tipo di olio che acquistate, e poi applicato con uno spruzzino nelle ore più fresche della giornata (meglio se sera o primo mattino).

Una cosa importante da segnalare è che l’olio di neem, come ogni olio, tende a separarsi dall’acqua e quindi la miscela andrebbe agitata molto bene e soprattutto molto spesso.
Un’ottima soluzione, per evitare questo inconveniente, è quello di abbinarlo al sapone molle di potassio che ha delle caratteristiche adesive-bagnanti.

Miscelando quindi l’olio di neem con il sapone molle di potassio la miscela si attaccherà con più facilità alle foglie e si distribuirà in maniera omogenea.

Trovate in vendita già il kit completo che contiene sia un flacone di olio di neem, sia un flacone di sapone molle di potassio.

Per questo kit specifico potete diluire in 1 litro di acqua, 6 ml di Olio di Neem e 4 ml di Sapone molle di potassio.
Ricordate di spruzzare la miscela sulle piante cospargendo bene le foglie sia nella parte superiore che inferiore, cercando però di evitare i fiori.

Gli insetticidi per eliminare gli insetti bianchi dalle piante

Il pericolo di queste farfalline bianche è sicuramente da non sottovalutare. Le mosche bianche, infatti, si riproducono volto velocemente e grazie alla presenza di ali, ed alla capacità di volare, possono facilmente muoversi da una pianta all’altra riempiendo tutto il vostro giardino.

Tenete presente anche che questi piccoli insetti colpiscono davvero un elevato numero di piante che va dagli agrumi alle verdure, fino alle piante aromatiche e da fiore.

Nel caso in cui l’infestazione fosse già piuttosto estesa oppure aveste riscontrato scarsi risultati con i rimedi naturali, potreste ricorrere all’utilizzo di insetticidi.

Nel trattamento della mosca bianca sono particolarmente indicati quelli a base di piretro, quindi potreste utilizzare questo in versione spray pronto all’uso per piante floreali ed ornamentali.

Mentre nel caso in cui abbiate necessità di utilizzarlo anche su piante frutticole ed orticole potreste optare per l’insetticida di Copyr, da utilizzare sempre secondo le indicazioni riportate sulla confezione.

Scroll to Top